diritto

Home/Tag:diritto

La mera tolleranza del proprietario non porta all’usucapione

Il tribunale di Sulmona si pronuncia sull'acquisto per usucapione del comproprietario. Il possesso di un bene per mera tolleranza del comproprietario non porta all'usucapione Il possesso di un bene per mera tolleranza del comproprietario non porta all'usucapione. E' quanto emerge dalla recente sentenza n. 274/2019 del tribunale di Sulmona (sotto allegata). Il fatto: usucapione terreni ereditati Con atto di citazione del 16 novembre 2016 Tizia conveniva in giudizio, dinanzi al Tribunale di Sulmona, la sorella Caia, ed i suoi due figli asserendo che, in seguito alla morte del padre in data 02/02/1999 e della di lui sorella in data 12/04/2007, era divenuta erede legittima, unitamente alla [...]

Di |2023-03-29T16:05:22+02:0029 Marzo 2023|Categorie: CIVIS & GENS, HOME & ARCH|Tag: , , , |

Un tribunale ha stabilito che l’hacking etico non è reato

Una sentenza ha riconosciuto a un esperto informatico il diritto di denunciare le falle nella sicurezza: la sua è stata "divulgazione responsabile" Non tutti gli hacker sono criminali. È quanto emerge da un recente provvedimento del giudice per le indagini preliminari di Catania, che ha archiviato le accuse a carico di G.- esperto informatico- alla luce delle particolari modalità del suo hackeraggio. Il fatto G. ha da poco scaricato un’app di videochiamate. Sfruttando le sue competenze tecniche, rileva dei problemi di sicurezza in grado di mettere in pericolo la privacy degli utenti. Decide allora di comunicarli all’azienda produttrice che, quasi contestualmente, registra un attacco informatico [...]

Nessun risarcimento per il dolore legato alla perdita del proprio cane

Per il tribunale di Rieti, non è risarcibile il danno non patrimoniale da perdita del proprio animale da affezione perché non rientra tra gli interessi costituzionali della persona di Annamaria Villafrate - Il Tribunale di Rieti è chiamato a pronunciarsi su una vicenda piuttosto complessa che ha per protagonista una cagna di razza con pedigree in stato di gravidanza, morta per tutta una serie di eventi concatenati tra loro, innescati dall'ingestione di un guscio di noce e altre sostanze non commestibili. Sia il proprietario che i medici veterinari che si sono occupati dell'animale hanno commesso errori. Il giudice ha infatti ritenuto che la responsabilità sia [...]

Di |2023-03-28T13:13:45+02:0028 Marzo 2023|Categorie: CIVIS & GENS, WORK & MONEY|Tag: , , , , , , |

Corte di Giustizia UE: Foto online solo con l’ok dell’autore

Per la Corte di giustizia Ue se la fotografia, liberamente accessibile da un sito web, viene pubblicata su altro sito si realizza una comunicazione al pubblico ed è necessario l'assenso dell'autore La messa in rete su un sito Internet di una fotografia, liberamente accessibile su un altro sito Internet con l'autorizzazione dell'autore, necessita di una nuova autorizzazione da parte di tale autore. La seconda messa in rete, infatti, porta la fotografia a disposizione di un pubblico nuovo così realizzandosi una comunicazione al pubblico che necessita di un nuovo assenso del fotografo. Lo ha chiarito la Corte di Giustizia dell'Unione Europea nella sentenza (qui sotto allegata) riguardante la Causa [...]

Cassazione: nel rapporto di coppia non esiste un “diritto all’amplesso”

Gli Ermellini ricordano che il rapporto di coppia non fa sorgere un diritto all'amplesso. E la vittima di violenza sessuale non ha l'onere di esprimere un dissenso al rapporto che si considera presunto L'assenza di consenso rappresenta un esplicito requisito della fattispecie di violenza sessuale e dunque un errore sul dissenso deve ritenersi "inescusabile". In particolare, per la sussistenza dell'elemento soggettivo del reato, è sufficiente che l'agente abbia la consapevolezza del fatto che un consenso non sia stato chiaramente manifestato dal partner. In particolare, poiché non vi sono indici chiari e univoci atti a dimostrare l'esistenza di un inequivoco consenso, il dissenso deve ritenersi sempre presunto. Il caso [...]

Cassazione: fare spam non è reato

La Suprema Corte chiarisce che fare spam non è reato, a meno che non si verifichi un danno, patrimoniale o non patrimoniale per il singolo destinatario mano rossa che segna divieto a spam nelle mail di Annamaria Villafrate - La Cassazione nella sentenza n. 41604/2019 (sotto allegata), nell'accoglier il ricorso dell'imputato, condannato per il reato di cui all'art. 167 in relazione all'art 130 del d.lgs. n. 196/2003, per illecito trattamento dei dati, chiarisce che affinché si possa configurare tale reato è necessaria in realtà la produzione di un nocumento, patrimoniale o non patrimoniale, che non può identificarsi, come nel caso [...]

Di |2023-03-07T10:03:12+01:0007 Marzo 2023|Categorie: WORK & MONEY|Tag: , , , , |

Condominio e telecamere (Raccolta sentenze dal 2022)

Finte telecamere, vera tutela della privacy: cosa dice la legge su installazione e obiettivi Le videocamere di sorveglianza finte sono utilizzate sempre più spesso come deterrente da parte sia dei privati cittadini che di aziende ed attività commerciali. Nonostante l’oggettiva impossibilità di registrare video, la finta telecamera non è sempre utilizzabile: si deve preliminarmente analizzare il contesto di utilizzo ed i soggetti interessati a questo particolare non-trattamento. Del resto, la videosorveglianza è uno dei temi più importanti all’interno del panorama privacy, anche alla luce delle pronunce del Garante privacy italiano, del Working Party 29 e oggi dell’EDPB, oltre che delle regole previste dalla giurisprudenza in generale. [...]

Di |2022-08-25T13:27:54+02:0025 Agosto 2022|Categorie: CIVIS & GENS, HOME & ARCH|Tag: , , , , , , |

Le regole per possedere un cane: obblighi e responsabilità

Il guinzaglio per il cane è obbligatorio? Una breve analisi sulla responsabilità civile e penale e sugli obblighi del proprietario di un animale La responsabilità civile del proprietario di un animale Il proprietario di un animale è responsabile dei danni cagionati dall'animale, sia che sia sotto la sua custodia, sia che sia smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito. Si discute se l'articolo 2052 c.c. contempli un caso di responsabilità oggettiva, o un caso di responsabilità per colpa (sia pure colpa presunta). Secondo la tesi non prevalente, la responsabilità civile presupporrebbe sempre la colpa, essendo i casi di [...]

Torna in cima